Sapevi che il sesto tumore più diffuso al mondo è il cancro del cavo orale?

Questo tumore colpisce diverse parti della bocca tra cui la lingua, le gengive, la superficie interna delle guance, il pavimento orale, il palato e la zona posteriore dei denti. La malattia si presenta con lesioni tumorali o pretumorali sulla bocca ed è maggiormente diffusa tra i soggetti con un’età compresa tra i 50 e i 74 anni. 

Effettuare costanti visite di controllo dal dentista è fondamentale per formulare una diagnosi precoce ed intervenire tempestivamente in presenza di sintomi sospetti.

In occasione dell’Oral Cancer Day che si celebra 13 maggio, intervistiamo il Prof. Dr. Roberto Weinstein, Direttore Scientifico dei Centri Odontoiatrici Humanitas, per approfondire questa tematica poco conosciuta.

1. Prof. Weinstein, ci può spiegare cos’è il cancro alla bocca?

Il cancro alla bocca, detto anche cancro orale, è un tumore maligno che coinvolge la parte superficiale della mucosa e può estendersi dall’osso della mandibola fino ai linfonodi nel collo. Ne esistono di diverse tipologie, ma il più frequente è il carcinoma che può colpire il pavimento della bocca, il palato, le guance, la lingua e persino le labbra. 

2. Quali sono i sintomi?

I pazienti possono prestare attenzione alle variazioni che possono notare durante la quotidiana igiene orale a casa. Tra i principali segnali da non sottovalutare e che possono essere sintomo di un possibile cancro alla bocca troviamo:

  • lesioni o ulcere che non si rimarginano;
  • macchie bianco-rossastre;
  • difficoltà nella deglutizione o nella masticazione.

Questi sintomi, comuni anche ad altre patologie meno gravi, non devono essere ignorati e in caso dovessero persistere per più di 15 giorni, è necessario rivolgersi al dentista il prima possibile.

3. Quali sono i soggetti maggiormente colpiti?

La patologia può colpire uomini e donne di ogni età, ma risulta essere molto più frequente negli uomini con un’età superiore ai 50 anni. La ragione per cui questa categoria di persone è maggiormente colpita è da attribuire ai principali fattori di rischio che sono il tabacco e l’alcol.

Fumare sigarette, sigari o masticare tabacco e consumare alcolici regolarmente possono aumentare notevolmente le probabilità di riscontrare il cancro alla bocca. 

4. Come si svolge la visita di controllo del cavo orale?

Durante la visita il dentista esamina il cavo orale a 360 gradi, valutando lo stato di salute di denti, gengive e tessuti molli. In caso vi sia un’ulcera sospetta alla bocca l’odontoiatra esegue una biopsia: la procedura consiste nel prelevare un piccolo frammento della lesione che viene esaminato dal patologo al microscopio. Se confermata la presenza del tumore, vengono effettuati ulteriori esami, tra cui ecografie e radiografie, per determinare la sua diffusione e il suo stadio.

5. In cosa consiste la cura?

Ogni caso va trattato in modo singolare e analizzato in base alla gravità dei sintomi e al suo stato di evoluzione. In linea generale può essere trattato in 3 modi diversi:

  • con un intervento chirurgico di rimozione: il tumore viene asportato chirurgicamente;
  • tramite radioterapia: vengono utilizzati i raggi X ad alta energia che eliminano le cellule cancerose;
  • tramite chemioterapia: vengono somministrati potenti farmaci che uccidono le cellule tumorali.

Spesso radioterapia e chemioterapia vengono utilizzate in modo combinato e successivamente all’intervento chirurgico.

Questi trattamenti, soprattutto quando il tumore si trova nel suo stadio iniziale, possono essere risolutivi e aiutare a contrastare i sintomi della malattia.

6. Quali sono i comportamenti da evitare per prevenire questa malattia?

Oltre al consumo eccessivo di tabacco e alcolici, tra le abitudini che aumentano il rischio di formazione di un cancro orale vi è quella di fumare o bere prima di andare a dormire. Ciò accade perché, durante il sonno, il flusso salivare diminuisce e le sostanze tossiche che normalmente verrebbero lavate dalla saliva, rimangono a contatto con le mucose più a lungo aumentando così la probabilità di ammalarsi.

7. Dottore, quale consiglio può darci?

Il mio consiglio è quello di non aver paura di consultare il dentista nel momento in cui si notano lesioni o ulcere anomale alla bocca. Spesso i sintomi del cancro vengono scambiati per problematiche meno gravi come ascessi o infezioni che portano a sottovalutare la propria condizione.

Rivolgersi al dentista è l’unico modo che consente di fornire al paziente una diagnosi precoce e quindi di intervenire il prima possibile per contrastare il tumore.

Il cancro alla bocca, anche se poco conosciuto, richiede una costante attenzione, quindi se anche tu hai questi sintomi effettua una visita di controllo presso uno dei nostri centri Denti e Salute.

Richiedi una visita

Inserisci i tuoi dati e richiedi una visita odontoiatrica nel nostro centro Denti e Salute.